LM100 | Andrea Illy

 

Per Andrea Illy, una tazza di caffé espresso non è una bevanda. È un modo di vivere creativo. “È un’esperienza totale. Ed è multisensoriale. Coinvolge la vista, l’olfatto, il gusto e il tatto. Tutto”, dice Illy. Presidente della illycaffé, l’azienda internazionale di caffé, Andrea si vede più come un uomo d’affari. È un chimico, un filosofo e un innovatore.

La cultura del caffé (il caffé, la tazza, l’espresso stesso) non offre solo un terreno fertile per la creatività, ma fare e bere l’espresso diventano atti creativi. Per Illy, “È un rituale completo”: utilizzare la macchina del caffé, annusare e macinare i chicchi, versare l’espresso nella tazzina giusta. Bere un espresso integra la coltivazione del piacere, della creatività e della contemplazione in un’unica piccola tazzina.

La bellezza della tazza stessa, quindi, è elementare e quindici anni fa, l’azienda ha iniziato a lavorare con artisti contemporanei per mettere su tela la tazza. “Il caffé è il corpo, la tazza il vestito. E il vestito deve essere bello”, dice Illy. Commissionando una serie di tazze da espresso e cappuccino esclusive in edizione limitata, illycaffé ha coinvolto i lavori di artisti come Louise Bourgeois, David Byrne, Francis Ford Coppola, Federico Fellini, Jeff Koons, Michael Lin, Nam June Paik, Robert Rauschenberg, James Rosenquist, e molti altri.

Il ruolo di Illy in LM100 è fornire questo esperienza di caffé agli ospiti Le Méridien. Nella terra di Illy, l’Italia, “Tutti vanno al bar e molte volte al giorno. È la cattedrale del caffé”, dice. Illy ha aiutato Le Méridien a portare questa cultura del caffé negli hotel con i bar di Le Méridien e le degustazioni di caffé "ora creativa" di Le Méridien.